Home / Micro World / Microscala e minimalismo

Microscala e minimalismo

Volendo trovare punti di contatto tra la tecnica del microscala ed una corrente artistica non possiamo non accostarci al minimalismo. Il micro-builder è a tutti gli effetti un costruttore minimalista.
In proposito vi riporto tre interessanti definizioni pescate nel web:

  • Minimalismo complessivo: l’idea di ridurre al massimo il numero di prodotti e materiali impiegati nella costruzione, ovvero nel componimento di un corpo architettonico;
  • Minimalismo locale: l’idea di ridurre al massimo lo spazio urbano o semplicemente fisico che occuperebbe un corpo architettonico;
  • Minimalismo detrattivo: l’idea di ridurre al massimo le caratteristiche estetiche aggiuntive che possederebbe un corpo architettonico.

Personalmente trovo che l’essenza del microscala stia perfettamente nella summa di queste definizioni:

  • ridurre il numero elementi, ovvero ricorrere al minor numero di “pezzi”;
  • ridurre lo spazio, ovvero riprodurre in piccolo ciò che nella realtà occupa un volume maggiore;
  • ridurre le caratteristiche estetiche, ovvero “limitarsi” a richiamare quelle essenzialmente distintive.

Di seguito alcune “opere” di Justin MacMillan, ed un piccolo estratto di un suo articolo pubblicato sul numero 36 di settembre 2015 del Brick Journal.

“My LEGO work is mostly small-scale architecture, and it is inspired by the places I’ve lived. Over the years I’ve called three coasts home. In my time moving from one side of the United States to the other, I have seen a lot of buildings and infrastructure. As a kid, my parents’ professions also exposed me to several building styles, while their approach to life allowed me to experience different cultures and a diverse set of experiences that would shape my vision and understanding of how different people live together on this little blue ball we collectively call home.”

Il mio costruire con i LEGO è perlopiù architettura su piccola scala, ispirato ai luoghi in cui ho vissuto. Nel corso degli anni ho chiamato casa tre coste. Passando da una parte all’altra degli Stati Uniti, ho visto molti edifici e infrastrutture. Da bambino, le professioni dei miei genitori mi hanno offerto la possibilità di osservare diversi stili di costruzione, mentre il loro approccio alla vita mi ha permesso di sperimentare diverse culture e una serie diversificata di esperienze che avrebbero modellato la mia visione e comprensione di come persone diverse vivono insieme su questa piccola palla blu che chiamiamo casa.

Commenti

commenti

CONDIVIDI:

TI potrebbe interessare...

LEGO® Architecture

Credo di aver realmente iniziato ad apprezzare il microscala solo dopo aver visto i primi …

Microcity: Meribia di Marco De Bon

Immergiamoci subito nelle atmosfere di questo diorama per provare poi ad analizzarne alcuni aspetti tecnici …