Home / Vintage Bricks / Set 853-1 e 8860-1
Vintage Bricks

Set 853-1 e 8860-1

Anno: 1977
Set: 853-1
Pezzi: 601-602

Anno: 1980
Set: 8860-1
Pezzi: 668

Iniziamo l’anno con l’introduzione di un altro pezzo importante del mondo LEGO®, il tema Technic.
Nei primi anni ’70 il designer LEGO® Jan Ryaa è stato uno dei primi a cimentarsi nel costruire modelli di auto con diversi pezzi e ruote dentate, questi modelli erano in principio usati solo per showroom e non furono mai destinati alla produzione e alla vendita.
Successivamente si unì a lui Erick Bach, un altro designer LEGO®, appassionato anche lui a queste tematiche, da questo sodalizio nel 1977 uscì il primo set del tema Expert builder che verrà rinominato Technic nel 1984.
Per tale tema furono introdotti naturalmente moltissimi componenti atti a creare giunture, snodi, meccanismi ecc… come le svariate ruote dentate, gli axes di varia lunghezza, i pin, i brick forati, la cremagliera e via dicendo.
Fino al 1986 i Technic non dovettero sottostare a limitazioni di sorta per adattarsi a scale di figure varie, micro o maxi che fossero, di conseguenza i modelli che uscivano erano liberi di essere delle più svariate dimensioni a seconda del dettaglio tecnologico richiesto.
Tra i primi e più famosi modelli del periodo troviamo l’853-1: Car Chassis, uno chassis d’auto per l’appunto di colore red con sedili yellow motore light gray e copertura del motore di colore blue.
Siamo ancora in un periodo estremamente ‘primitivo’ se vogliamo definirlo così, i vari pezzi sono alla loro prima apparizione e molti sono ancora acerbi e subiranno diverse evoluzioni negli anni a venire, ma nonostante questo il livello di dettaglio meccanico è già ai massimi livelli realizzando così il puro spirito Technic che da sempre anima il tema.
Le funzioni meccaniche sono eccezionali per il periodo, seguendo le istruzioni, molto complesse per i tempi, possiamo realizzare: un motore con pistoni che si muovono con l’andatura della vettura, uno sterzo funzionante, un albero di trasmissione con tanto di cambio funzionante a due marce posto fra i due sedili anteriori che si regolano in avanti e indietro. Il sedile posteriore è una seduta unica con bracciolo centrale che si abbassa e si alza, il motore anteriore è un 4 cilindri in linea con pistoni che come già detto si muovono con il movimento della vettura, da notare che la testa dei pistoni è composta dal LegoTechnic Engine Piston Square 2 x 2 – Old1, che verrà prodotto sino al 1994 .
Nel 1980 uscì poi l’8860-1 Car chassis, si tratta di un altro chassis di auto che può esser visto come diretta evoluzione dell’853.
In questo modello possiamo già notare un’evoluzione, il dettaglio meccanico superò l’853 raggiungendo livelli eccezionali e aggiungendo nuove funzioni e ingranaggi, nel dettaglio abbiamo le seguenti funzioni: uno sterzo funzionante, un albero di trasmissione con cambio funzionante a due marce, due sedili regolabili in avanti/indietro e nell’inclinazione, il differenziale all’asse posteriore, un motore a 4 cilindri orizzontali con pistoni funzionanti posizionato posteriormente, una ventola funzionante per il motore e sospensioni indipendenti sull’asse posteriore.
In quest’anno vennero infatti introdotti, tra gli altri, due pezzi importantissimi; si tratta del Technic Shock Absorber 6.5L, Complete Assembly – Undetermined Spring Type2 usato per le sospensioni sull’asse posteriore (2 per ogni ruota) e che sarà prodotto in questa veste sino al 2009, e del LegoTechnic Gear Differential (Old Style, 28 Teeth)3 elemento usato per il differenziale sull’asse posteriore e che sarà prodotto in questa forma fino al 1994.
In entrambi i modelli abbiamo la possibilità di aggiungere un motorino elettrico LEGO®, nell’853 del 1977 il motore era l’870-1: Technical Motor 4.5V 4 (anch’esso del 1977) ed è posizionato anteriormente e collegato tramite svariate ruote dentate al motore a pistoni.
Nell’8860 gli elementi elettrici aggiungibili sono 2; l’870-1, e l’872-1: Two Gear Blocks (un riduttore da accoppiare al primo) del 1978 quello che fa, muovere la vettura è posizionato posteriormente (sostituendo il meccanismo dei pistoni) e si tratta di entrambi montati in ‘tandem’ (l’872 essendo un riduttore serviva a stabilizzare il primo), invece il motore anteriore è solo l’870 e serve a motorizzare lo sterzo.

Opinione personale: da amante dei Technic non posso che apprezzare questi due set che anche se ‘vittime’ della loro epoca hanno saputo realizzare al meglio lo spirito Technic, anzi, forse proprio per questo si percepisce maggiormente lo ‘spirito’ technic il cui principale scopo è realizzare ingranaggi e meccanismi senza perdersi in fronzoli non necessari senza badare molto alla forma ma guardando aldilà di questa, entrando nel dettaglio tecnico e realizzando il puro movimento meccanico.

Li vorrei? Sì, sicuramente sono più attratto dall’8860 del 1980, arrivare a pensare e realizzare persino il meccanismo di regolazione dell’inclinazione dei sedili è qualcosa di meraviglioso che fa capire che la voglia di meccanica non è mai abbastanza.
Il poter realizzare così tante funzioni all’apparenza semplici, ma che semplice non lo sono affatto, con così pochi pezzi meccanici disponibili all’epoca (proporzionati ai giorni nostri) rende ancor oggi il significato di cosa voglia dire Technic.

1.  https://www.bricklink.com/v2/catalog/catalogitem.page…
2. https://www.bricklink.com/v2/catalog/catalogitem.page…
3. https://www.bricklink.com/v2/catalog/catalogitem.page…
4. https://brickset.com/sets/870-1/Technical-Motor-4-5-V

Lista pezzi e istruzioni per l’853-1:
https://www.bricklink.com/catalogItemInv.asp?S=853-1
http://bricks.argz.com/ins/853-1

Lista pezzi e istruzioni per l’8860-1:
https://www.bricklink.com/v2/catalog/catalogitem.page…
http://bricks.argz.com/ins/8860-1

Fonti e ulteriori approfondimenti.
https://www.lego.com/it-it/technic/history-page
www.brlicklink.com
www.lego.wikia.com
www.brickset.com
www.worldbricks.com
http://en.brickimedia.org/wiki/TECHNIC
www.wikipedia.com

Foto di Tomas Ciaghi

Commenti

commenti

CONDIVIDI: